Report sugli Internazionali d’Italia 2014

Tony Cairoli è sempre protagonista

L’edizione 2014 degli Internazionali d’Italia è giunta al termine con la gara di Montevarchi. La manifestazione è stata caratterizzata dal grande spettacolo e dalla presenza di diversi top rider.

Athena ha portato bene al Team Kawasaki Cls, nostro ospite la scorsa settimana per il team shooting e per dei test alle centraline GET,  che nella classe Mx2 ha portato a casa il primo e il secondo posto con Tonus e Ferrandis. Il titolo è stato però conquistato da Christophe Charlier su Yamaha, grazie al terzo posto conquistati e ai due secondi posti di Riola e Noto.

Nella classe Mx1, il dominatore delle prime due gare Tony Cairoli è stato costretto subito al ritiro per un contatto in partenza che gli ha provocato una forte distorsione alla caviglia e che gli ha tolto la possibilità di fare tre su tre e di vincere il titolo, che è andato a Jeremy Van Horebeek che, come Charlier, ha vinto gli Internazionali senza aver vinto nessuna gara. A Montevarchi, ancora una Kawasaki sul gradino più alto del podio con Gautier Paulin.

Nella classe Elite, Cairoli si presenta comunque al cancelletto di partenza, nonostante il piede dolorante, onorando così le migliaia di tifosi presenti a Montevarchi e portando a casa il titolo grazie al quarto posto finale.

Nonostante l’infortunio, l’edizione 2014 degli Internazionali d’Italia ha dimostrato ancora una volta che il pilota da battere è sempre il Tony Nazionale.

Il prossimo appuntamento è fra due settimane a Losail, per la prima gara del Mondiale Motocross.