Lierop: La prima volta di Simpson e il ritorno del cannibale Herlings

Gp of Benelux: Lierop – 08.09.2013

Lierop: La prima volta di Simpson e il ritorno del cannibale Herlings

MX1

Tony Cairoli voleva chiudere il campionato da vero dominatore e aggiudicarsi anche l’ultimo Gp della stagione. Ma un problema tecnico ad una gomma, nella fase finale della prima manche, non gli ha consentito di fare bottino pieno. Al cancelletto di partenza è Strijbos, con uno scatto fulmineo, a conquistare il primo Athena Get Holeshot Award della giornata. Alle sue spalle, Bobryshev e Cairoli. Con il passare dei giri, risale fortissimo Shaun Simpson, estremamente a suo agio nella sabbia di Lierop, bagnata dalle piogge che hanno caratterizzato le gare del weekend. Cairoli, in pista con la Ktm 450 e non con la sua abituale 350, prova fino a pochi giri dal traguardo a strappargli il primo posto. Ma una caduta fatale gli fa perdere posizioni e lo costringe a cedere di fronte a un Simpson imprendibile per tutti. L’Inglese vince meritatamente Moto 1, davanti a Strijbos e Bobryshev.

In Moto 2 è dominio Cairoli! Torna in sella alla 350 di sempre e infligge agli avversari distacchi abissali. Dietro a lui però Simpson non molla e parte all’attacco. Nonostante una caduta che lo fa retrocedere alla sesta piazza, riesce in una grande rimonta, mentre Tony Cairoli martella come un forsennato sulle voragini del tracciato olandese.  Dopo aver passato Desalle, Bobryshev e De Dycker, Simpson chiude terzo e conquista così la prima vittoria globale della sua carriera, davanti a Strijbos e Cairoli. L’affermazione di Simpson è anche l’ultima della classe Mx1, che dal 2014 si chiamerà MXGP.

David Philippaerts torna a casa da Lierop con un magro bottino (diciassettesimo ed undicesimo) che gli fa chiudere il campionato undicesimo, appena fuori dalla Top Ten.

MX2

Ritorna in pista a sorpresa il dominatore della stagione Jeffrey Herlings, che non avrebbe dovuto gareggiare a causa dell’infortunio alla spalla. La sua presenza si nota eccome, dato che si aggiudica entrambe le manche. L’Athena Get Holeshot Award va a Jordi Tixier, che poco dopo deve lasciare strada al compagno di squadra Herlings. Il suo ritmo non è martellante come al solito, ma è sufficiente per dominare gara 1 davanti a Ferrandis e Tixier.

In gara 2 si assiste allo stesso copione, con lo strabiliante Herlings sempre al comando. Ma, all’improvviso, ecco l’imprevisto! L’Olandese Volante sbaglia e cade, consegnando il primo posto a Coldenhoff. Ma Herlings non ci sta. In pochi giri, con una rimonta strepitosa, supera il connazionale e si aggiudica anche la seconda manche, legittimando il successo nel mondiale e dimostrando ancora una volta di aver conquistato la tabella rossa con assoluto merito. Il pilota italiano Alex Lupino chiude il campionato con una gara determinata, che gli consente di ottenere l’ottava posizione nella classifica finale della Mx2.